Cercate una storia da brivido e fuori dagli schemi per trascorrere la serata di Halloween?

Lovecraft Country è la serie che fa per voi.

Proprio la sera del 31 Ottobre, infatti, debutterà su Sky Atlantic la serie HBO tratta dall’omonimo romanzo di Matt Ruff, sceneggiata da Misha Green e prodotta da due grandi nomi quali J.J. Abrams e Jordan Peele, regista di Scappa – Get Out.

Per chi ha familiarità con gli scritti di H.P. Lovecraft, uno dei padri della letteratura fantastica e dell’orrore, la prima sorpresa arriva già solo nel vedere il cast, composto quasi esclusivamente da attori di colore. Non è un segreto, infatti, che Lovecraft fosse profondamente razzista.

La serie prende questo tratto controverso dell’autore e ne fa uno dei suoi punti di forza, mescolando gli orrori tipici dei suoi racconti -ovvero mostri provenienti dallo spazio, occultismo, sacrifici di sangue e magia nera – con una forma di terrore ben più concreta e raccapricciante: il razzismo degli americani bianchi negli anni ’50.

È in questo mondo di misteri e pericoli, sia fantastici che quotidiani, che si ritrova il protagonista Atticus Freeman, interpretato da Jonathan Majors.

Atticus è un giovane soldato di ritorno dalla guerra di Corea, che in compagnia dell’amica d’infanzia Letitia (la Jurnee Smollett di Birds of Prey) parte per un’avventura on the road con lo zio George (Courtney B. Vance), autore di una guida di viaggio per afroamericani.

Il persorso, costellato da pericoli ben noti alla comunità nera come la brutalità della polizia e le “città del tramonto”, in cui farsi sorprendere in giro una volta calata la notte significava morte certa, conduce i tre viaggiatori verso una minaccia tutta nuova: l’Ordine dell’Antica Alba, una congrega di razzisti dediti alla magia e decisi a sacrificare Atticus per raggiungere i loro obbiettivi.

È solo l’inizio di una serie di avventure che nell’arco di 10 episodi mescolano imprese in stile Goonies e lotta per la sopravvivenza, metafisica e splatter, leggende coreane e viaggi nel tempo.

Un’epica ricerca delle proprie radici che coinvolge tutta la famiglia Freeman, trasformando la storia di Atticus in un racconto corale che coinvolge anche il padre Montrose (il Michael K. Williams di The Wire), la zia Hippolyta (Aunjanue Ellis) e la piccola Diana (Jada Harris), ma anche personaggi più marginali come Ruby (Wunmi Mosaku) e Ji-Ah (Jamie Chung).

La lotta dei Freeman e dei loro amici contro la misteriosa maga Christina Braithwhite (Abbey Lee) si frantuma in episodi tematici che costituiscono ognuno una piccola storia a sé stante.

È una forma di racconto che lascia spaesati, e può risultare frustrante per lo spettatore.

Ma è anche una deliberata scelta di stile per ricordarci che le storie di genere, l’horror e la fantascienza, hanno un valore speciale per le persone di colore, per le donne, per la comunità LGBT, per chiunque si senta escluso e marginalizzato. Proprio come i protagonisti di Lovecraft Country, che nella serie trovano tempo e spazio per esprimere i talenti che la società li spinge a reprimere, e la rabbia per la loro condizione.

Non sempre la serie riesce nel suo intento di raccontare una storia profondamente attuale in una cornice “d’epoca” e fantastica. I momenti in cui ci riesce, però, grazie a un cast eccellente e ai colpi di scena sorprendenti, sono davvero da non perdere.

E d’altra parte, come proprio il protagonista Atticus afferma in una delle primissime scene, non si può prescindere l’arte dai suoi difetti: come amiamo l’opera di Lovecraft pur condannando l’uomo, così possiamo goderci Lovecraft Country e i suoi protagonisti meravigliosamente imperfetti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...